martedì 7 aprile 2015

DETTO FATTO PUNTATA DEL 7 APRILE 2015

mmm
Oltre a Gianni Molaro e Guido Lembo, ci sono Martina Capone MUAAnna Borrelli Creazioni Artistiche,Roberto Carminati, Matteo Torretta e un'altra lezione di pallavolo con Gigi Mastrangelo!
OCCASIONE DI LAVORO 
Giulia è davvero bellissima.. non a caso è arrivata terza a Miss Italia! Però con Martina Capone MUA può diventare ancora più affascinante!
Vediamo gli errori che commette nel suo make-up:
-OMBRETTO E MATITA NERI CHE FORMANO DUE ALETTONI
-CHILI E CHILI DI TERRA PER FARE IL CONTOURING
-ROSSETTO ROSA FREDDO CHE NON SI SPOSA CON LA SUA CARNAGIONE
Martina non se la sente di criticare la scelta del colore nero, perchè in realtà le dona molto: è tipico del trucco orientale contornare gli occhi con kajal e polveri scure. Anche la tecnica con cui ha steso il colore non è affatto male. Il vero problema è la forma! Manca una vera e propria sfumatura e l’ombretto finisce per formare due alettoni che di certo non le donano. Giulia non ha bisogno di questi “trucchetti” per allungare l’occhio!
Martina realizza un trucco molto luminoso senza rinunciare però ai colori scuri come il nero e il marrone, partendo dai punti luce che ha realizzato con un ombretto color champagne illuminante. Applica il colore nell’angolo interno dell’occhio, sotto l’arcata sopraccigliare e anche un po’ sugli zigomi!
...non vi ricorda Kim Kardashian?
})();

Nessun commento:


Il presente Blog è aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Qualora immagini, video o testi violassero eventuali diritti d'autore siete pregati di segnalarlo e verranno rimosse.
Avviso sulla privacy: Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.