mercoledì 20 maggio 2015

AEROFAGIA - CAUSE E CONSIGLI

mmm

Aerofagia - Aerogastria
Aerofagia significa inghiottire in maniera involontaria dell'aria, spontaneamente o assieme al cibo. Grazie alla struttura gastrica nonché alla posizione eretta e al movimento, quest'aria viene espulsa in maniera normale e naturale. Allorché essa viene inghiottita durante un pasto, è possibile espellerla con un'eruttazione. Se non correttamente eliminata, l'aria ingerita produce aerogastria, cioè un rigonfiamento, un gonfiore dello stomaco a volte assai fastidioso e disagevole; lo stomaco non elimina più l'aria deglutita perché il diaframma e le strutture muscolari e nervose che controllano l'esofago sono serrate, tese. A farsi carico di queste funzioni è il sistema nervoso autonomo.
Siamo dunque in presenza di una persona tesa, sotto stress. Lo stress è riferito al mondo materiale, professionale o economico, cui si può aggiungere un senso d'urgenza, di costrizione materiale che causa all'individuo una difficoltà a gestire tutto. Ecco perché inghiotte ogni cosa, non sa più distinguere tra solido e aereo, tra l'alimento materiale che deve andare verso lo stomaco e l'alimento non materiale che deve dirigersi nei polmoni. Lo stato tensivo della persona ne ingrandisce i problemi o i timori materiali a tal punto che essi contaminano persino il non materiale, cioè i pensieri o i sentimenti, offuscandone così il giudizio.
Per di più, a causa della tensione, la persona trattiene, non permette più in maniera naturale alla mente di schiarirsi, di liberarsi. La preoccupazione o l'importanza attribuite alla problematica materiale bloccano tutto. Così facendo, lo stomaco si deforma, si gonfia e, come per caso, "assume importanza" (in senso letterale e figurato) generando un malessere, un senso di saturazione, di eccessiva pienezza. L'individuo non è più in grado di ingerire o di intendere
alcunché. Sarebbe allora forse opportuno lasciarsi andare, prendere un po' le distanze affinché talune parti organiche possano rilassarsi e, con il più ampio punto di vista ottenuto arretrando, sia possibile tornare a fare una cernita.
Dimmi dove ti fa male, Glossario Psico-energetico
})();

Nessun commento:


Il presente Blog è aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Qualora immagini, video o testi violassero eventuali diritti d'autore siete pregati di segnalarlo e verranno rimosse.
Avviso sulla privacy: Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.