eadv

lunedì 14 settembre 2015

TROFIE AL PESTO - DETTO FATTO 14 SETTEMBRE 2015

mmm
è TORNATO BENIAMINO IL CUOCO SOPRAFFINO ARTISTA DEL MATTARELLO

 in ogni tutorial Beniamino Baleotti Fanpage ci spiegherà come preparare le paste più famose della penisola, ovviamente arricchendo tutto con una ricetta facile facile da leccarsi i baffi!
Partiamo dalla Liguria, e cuciniamo le TROFIE CON IL PESTO!!
PER LE TROFIE
300 G DI SEMOLA RIMACINATA 
ACQUA Q.B.
1.Versare la farina di semola rimacinata sull'asse di legno.
(La ricetta tipica prevede la farina di semola o quella di grano tenero. Io sto usando quella di semola perché così ottengo una pasta più compatta che non scuoce durante la cottura. Si può usare anche la farina “00”, ma vi consiglio di aggiungere un po' di quella integrale per dare all'impasto una consistenza più resistente)
2.Aggiungere l'acqua poco per volta per ottenere un impasto omogeneo.
3.Lavoratelo per circa 7 minuti.
4.Coprite l'impasto con la pellicola trasparente e fatelo riposare per almeno 30 min
5.Rilavorare l'impasto per qualche minuto suddividendolo in tante palline.
6.Da ogni pallina ricavate tanti cordoncini cilindrici di spessore fino
7.Suddividere ogni cordoncino in segmenti di circa 4-5 cm e formate le trofie aiutandovi con il palmo della mano o con la punta di un coltello.
8.Posizionare la punta della coltella da sfoglia, o di una spatola o la mano stessa a 45° rispetto al pezzetto di pasta.
9.Tirare verso di voi la coltella facendo una lieve pressione in maniera tale che, scivolando sull'asse, si attorcigli e si crei la forma tipica delle trofie.
PER IL PESTO
2 SPICCHI DI AGLIO
120 ML DI OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA
50 G DI BASILICO IN FOGLIE
80 G DI GRANA GRATTUGIATO
40 G DI PECORINO GRATTUGIATO
20 G DI PINOLI 20
150 G DI FAGIOLINI
SALE Q. B.
SALE GROSSO Q.B.
10.Prendere il basilico e lavare le foglie e asciugarle bene.
11.In un mixer ad immersione mettere il basilico con il sale, l'aglio pulito, i pinoli e l'olio.
12.Frullare il tutto aggiungendo poco alla volta l'olio.
(la tradizione prevede l'utilizzo del mortaio, noi per questione di tempo usiamo il mixer. Con il mortaio i sapori si amalgamano meglio e soprattutto si evita che il calore del motore del mixer alteri i sapori)
13.Appena si sarà addensato il composto, aggiungere il grana e il pecorino grattugiato.
14.Aggiungere l'olio restante amalgamando tutto.
15.Prendere i fagiolini e dopo averli mondati e lavati, cuocerli in abbondante acqua salata per circa 15 minuti
(Qualcuno oltre ai fagiolini aggiunge le patate)
16.A circa 7 minuti dalla fine della loro cottura, aggiungere le trofie. Fatele cuocere per 4’ minuti.
17.Appena trofie e fagiolini sono cotti, farli saltare in un tegame nel quale è stato messo parte del pesto stemperato con un po' d'acqua di cottura.
18.Fate saltare e amalgamare bene.
19.Impiattare e servite il piatto caldo.
})();

Nessun commento:


Il presente Blog è aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Qualora immagini, video o testi violassero eventuali diritti d'autore siete pregati di segnalarlo e verranno rimosse.
Avviso sulla privacy: Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.