mercoledì 21 ottobre 2015

LE MERAVIGLIE - Ricetta Detto fatto 21/10/2015

mmm
Le meraviglie sono tipiche del Carnevale e prendono nomi diversi a seconda delle zone. Da me in Piemonte si chiamano bugie, a Bologna frappe, in Toscana cenci. Vengono chiamate meraviglie in Svizzera, nella zona di Neuchatel. Anche la ricetta cambia da regione a regione. Comunque, se ci pensi, la loro superficie irregolare ricorda molto quella delle montagne. Inoltre, sono versatili e sarebbe un peccato mangiarle per così pochi giorni l’anno!
PER LE MERAVIGLIE
300 G DI FARINA
170 G DI UOVA
40 G DI ZUCCHERO
50 G DI RUM
SALE Q.B.
OLIO DI SEMI DI ARACHIDI PER FRIGGERE
1.Amalgamare tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo (parliamo di circa 3 uova - impastiamo prima la farina con le uova, lo zucchero e un po’ del rum. Come in tutti gli impasti, il sale va aggiunto alla fine. Lasciamoci da parte anche un goccio di rum da aggiungere all’ultimo momento)
2.Lasciar riposare l’impasto per 1 ora
3.Stendere la sfoglia finemente e ricavare le meraviglie
4.Friggere in abbondante olio a 180° facendo affondare la parte centrale di ciascuna meraviglia quindi scolare e lasciar asciugare. (La temperatura ideale dell’olio è di 180°. Ovviamente se abbiamo un termometro da cucina andiamo sul sicuro ed è impossibile sbagliare. Altrimenti, il mio consiglio è quello di tuffare nell’olio un piccolo pezzettino dell’impasto: se viene a galla e si formano le bollicine significa che è pronto).
Versiamo nell’olio la nostra meraviglia e con l’aiuto di due mestoli di legno spingiamo la parte centrale della sfoglia verso il fondo della pentola. Questo fa sì che assuma una forma concava
PER LA CREMA PASTICCERA
250 G DI LATTE
60 G DI ZUCCHERO
40 G DI TUORLO
20 G DI AMIDO DI RISO
UNA BACCA DI VANIGLIA
UN PIZZICO DI SALE
100 G DI CIOCCOLATO FONDENTE
5.Portare a bollore il latte in un pentolino
6.A parte, amalgamare in una boule i tuorli con l’amido, lo zucchero, il sale e i semi di vaniglia
7.Versare il composto nel latte caldo e girare fino a raggiungere la temperatura di circa 82-84°
8.Versare il tutto sul cioccolato fondente quindi emulsionare con un frullatore a immersione e lasciar raffreddare
MENTRE PAOLO FRULLA in audio di nuovo “oh là là hi hi”
PER COMPLETARE IL DOLCE
200 G DI RICOTTA DI CAPRA
ZUCCHERO DI CANNA Q.B.
OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA Q.B.
CANDITI MISTI
ZUCCHERO A VELO Q.B.
9.Condire la ricotta di pecora con lo zucchero e l’olio extravergine
10.Farcire le meraviglie nella parte interna con la ricotta, qualche punto di crema pasticcera e pezzettini di candito
11.Capovolgere la meraviglia e spolverarla sull’altro lato con lo zucchero a velo
12.Montare la montagna decorando a piacere con fiori eduli
Ed ora con l'aiuto del piccone-martello... la mangiamo!!!
})();

Nessun commento:


Il presente Blog è aggiornato senza alcuna periodicità e non rappresenta una testata giornalistica ai sensi della legge n.62 del 07.03.2001. Qualora immagini, video o testi violassero eventuali diritti d'autore siete pregati di segnalarlo e verranno rimosse.
Avviso sulla privacy: Per pubblicare gli annunci sul nostro sito web utilizziamo aziende pubblicitarie indipendenti. Queste aziende possono utilizzare questi dati (che non includono il tuo nome, indirizzo, indirizzo email o numero di telefono) sulle tue visite a questo e altri siti web per creare annunci pubblicitari su prodotti e servizi che potrebbero interessarti. Se desideri ulteriori informazioni a questo proposito e per conoscere le opzioni disponibili per impedire l'utilizzo di tali dati da parte di queste aziende, fai clic qui.